Notizie

Comunicato stampa

22.12.2017

Il progetto CASIO-MIUR IL MONDO DÀ I NUMERI riparte: ulteriori 200 scuole coinvolte nell'a.s. 2017/18

Milano, 22/12/2018. Riparte nell'anno scolastico 2017/18 il progetto didattico CASIO IL MONDO DÀ I NUMERI - promozione di ambienti di apprendimento laboratoriali, nato dal Protocollo di Intesa firmato nel 2015 con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e che si avvale della consulenza didattica del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, il più grande museo tecnico-scientifico d'Italia.

Sono disponibili dal 18 dicembre su http://www.istruzione.it/ProtocolliInRete/ i due avvisi predisposti dal MIUR con le indicazioni per candidarsi e risultare rispettivamente tra gli ulteriori 150 istituti di II grado e 50 di I che potranno beneficiare dei kit tecnologi e dei momenti di formazione messi a disposizione delle scuole vincitrici dall'azienda giapponese.

I docenti referenti del progetto di tutti i 200 istituti:
  • parteciperanno al convegno nazionale di lancio per scoprire gli obiettivi e le numerose risorse del progetto;
  • riceveranno presso la scuola di appartenenza i kit didattici. I kit per il I grado sono composti dalla Guida Docenti con 3 casi investigativi e 28 calcolatrici scientifiche CASIO CLASSWIZ FX-991EX; anche gli istituti di II grado riceveranno la Guida Docenti con 3 casi studiati ad hoc per gli studenti più grandi da affrontare però con 11 calcolatrici grafiche CASIO FX-CG50, una centralina di raccolta dati e diversi sensori per rilevare misure fisiche;
  • parteciperanno agli incontri tecnici di formazione per sperimentare le calcolatrici CASIO e i casi investigativi da riprodurre in classe con gli studenti.
Completa il progetto il sito www.CASIO-edu.it che contiene la prima COMMUNITY italiana dedicata alle calcolatrici, dove consultare materiale didattico e condividere con i docenti di tutta Italia la propria esperienza.

Possono candidarsi tutti gli istituti statali di I grado e tutti i licei statali, in particolare i licei scientifici con opzione "Scienze applicate" e i licei scientifici con sezione ad indirizzo sportivo. I requisiti di ammissione prevedono:
a) la delibera del Consiglio dei Docenti e del Consiglio di Istituto
b) la redazione di un progetto che coinvolga più classi e che abbia come oggetto problemi legati a situazioni reali o alla misura di grandezze fisiche da sottoporre agli studenti e da risolvere con i kit CASIO
c) l'individuazione di un docente referente, che parteciperà alle giornate di informazione
d) la dichiarazione di assumere il ruolo di responsabile del progetto
e) la dichiarazione di disponibilità a partecipare alle attività di monitoraggio
Sarà il Dirigente Scolastico a presentare la domanda dal 18 gennaio, ore 00:00, entro e non oltre l'1 febbraio 2018, ore 23:59. Saranno decisivi anche il giorno e l'ora della candidatura.

Dopo l'Ordinanza del Ministero dell'Istruzione numero 257 del 04/05/2017 di ammettere anche le calcolatrici grafiche alla seconda prova nei licei scientifici, IL MONDO DÀ I NUMERI è un'occasione per esplorare le leggi matematiche e fisiche nascoste dietro i fenomeni reali servendosi della tecnologia.

Ad oggi i numeri del progetto IL MONDO DÀ I NUMERI raccontano una grande partecipazione:
- 220 Scuole, 18 regioni, 195 città
- 2 convegni con la partecipazione di 218 docenti
- 17 incontri tecnici in 5 città con la partecipazione di 415 insegnanti
- 70 kit scientifici per le Scuole Secondarie di I Grado
- 150 kit grafici per le Scuole Secondarie di II Grado.

Da sempre impegnata a progettare soluzioni per studiare ed insegnare e produttore della prima calcolatrice grafica al mondo nel 1985, attraversi il nuovo bando CASIO rinnova il proprio impegno per la scuola italiana, confermandosi l'unica azienda di strumenti di calcolo ad investire in questo settore.

Per maggiori informazioni: www.casio-edu.it | www.casio.it
E-mail: casio-edu@casio.it | infoitalia@casio.it
Tel: +39 02 40708611
Fax: +39 02 40708686
CASIO Italia S.r.l. - Viale Alcide De Gasperi 2 - 20151 Milano

Scarica il Comunicato stampa:

Il presente comunicato stampa in formato PDF

Stampa le foto

Nessuna foto disponibile stampa